arriving-in-the-usa-300x192

Preparare il vostro arrivo negli Stati Uniti

Preparare il vostro arrivo negli Stati Uniti

Arrival to USA

Se non si è in possesso di un passaporto Canadese o delle Bermuda, prima di arrivare negli Stati Uniti è necessario che compiliate un modulo di immigrazione per il vostro ingresso negli USA. Esiste il I-94 di colore bianco, valido per i titolari di visto, o il modulo verde I-94W, valido per coloro che entrano nell’ambito del programma di viaggio senza visto o Visa Waiver Program.

La maggior parte dei visitatori entranti quotidianamente negli USA, viaggiano per via aerea. Per questi, i servizi d’immigrazione degli Stati Uniti hanno sostituito il modulo I-94W con il sistema di autorizzazione elettronico denominato e conosciuto come ESTA. Così, se si viaggia in aereo, non è più necessaria la compilazione del un modulo di immigrazione, ma è bensì necessario essere in possesso di una autorizzazione Esta.

I servizi di immigrazione non richiedono una stampa della vostra Esta; il sistema infatti è stato implementato per rendere i controlli più semplici e veloci. Tuttavia, si consiglia vivamente di tenere una copia della Esta tra i vostri documenti di viaggio (passaporto, biglietti aerei, ecc), in caso di eventuali contrattempi o necessitá al momento dell’ingresso negli USA.

Le precedenti norme di immigrazione sono per lo più tuttavia utilizzate per l’ingresso via terra. I servizi di frontiera hanno anche implementato un sistema che attraverso Esta scambia informazioni con le compagnie aeree. Questo permette loro di avere un file su di voi prima del vostro arrivo e questo file verrá tenuto durante il vostro soggiorno negli Stati Uniti. In altre parole, la vostra compagnia aerea anticipa la vostra visita.

Una volta atterrati negli Stati Uniti, prima di il ritirare i vostri bagagli o di lasciare l’aeroporto, è necessario sostenere un rapido esame da parte di un ufficiale di immigrazione. L’obiettivo è quello di determinare che la vostra intenzione di visitare gli Stati Uniti sia valida. Di solito si tratta di una formalità che dura meno di un minuto.

Se durante l’esame l’ufficiale sospetta che le vostre intenzioni di viaggio siano dubbie, c’è la possibilitá che si venga portati in una stanza privata per un interrogatorio. In questa circostanza vi ricordiamo che l’ufficiale ha il diritto di perquisire i vostri effetti personali come l’agenda, personal computers, telefono, ecc … assicurarsi che NON siate in possesso di alcunchè che possa suggerisce che abbiate intenzione di rimanere su suolo USA oltre il limite di tempo concesso dal visto o che svolgerete attività non consentite dallo stesso visto (incluso la ricerca di un soggiorno permanente).

Si invita ad essere molto attenti e diretti durante questo controllo passaporti. I funzionari di immigrazione prendono molto sul serio qualsiasi segnale (compresi scherzi verbali) che possano comportare un rischio per la sicurezza nazionale. Un involontaria incomprensione potrebbe comportare un lungo ed estenuante controllo, o peggio, un rimpatrio precoce.

Inoltre, se non si è residenti degli Stati Uniti, al vostro arrivo sarà necessario indicare dove allogerete durante il vostro soggiorno. Avrete bisogno di un indirizzo esatto, inclusivo del nome della via e il numero civico (più cittá e CAP), non è sufficiente il nome dell’albergo o università, ecc. Anche se nell’ambito del programma di esenzione dal visto, nel compilare la vostra ESTA questa informazione è facoltativa, al vostro arrivo diventa obbligatoria. Vi invitiamo di assicurvi di ció prima della vostra partenza.

Non appena il vostro colloquio di immigrazione sará completato, l’ufficiale timbrerá il vostro passaporto e vi concederá l’ingresso negli Stati Uniti. Una Esta consente un soggiorno massimo di 90 giorni a partire dalla data su quel timbro. Se si entra con un modulo I-94, assicurarsi di mantenere la parte di questo che l’ufficiale vi consegnerà dopo apporre il timbro sul vostro passaporto. vi occorrerá alla partenza,quando lascerete gli USA.

Controlli Doganali

USA arrival

Ogni volta che un viaggiatore entra in un paese (incluso il rientro nel proprio) è necessario passare attraverso i controlli doganali.

Anche entrando negli Stati Uniti è necessario compilare una dichiarazione doganale.

Modulo 6059b

Questo modulo è conosciuto come 6059B; è di colore blu e ha la forma di un rettangolo stretto e lungo. Di solito, questo modello viene distribuito direttamente a bordo di tutti i voli per gli Stati Uniti o al check-in, ancora prima di imbarcarsi sullo stesso volo

Di seguito si riporta una immagine dello stesso:

Arrival form

Tutti i viaggiatori hanno bisogno di completarne uno, compresi i cittadini americani, residenti, visitatori e titolari di un visto.

È sufficiente solo una singola dichiarazione doganale per l’intera famiglia / gruppo di parenti in arrivo.

La parte anteriore del modulo doganale richiede le informazioni personali compreso il vostro numero di passaporto e di volo.

Proseguendo si è tenuti a rispondere a 6 domande. Alcune delle domande sono pertinenti a beni e oggetti fortemente controllati, compresi gli alimenti, merci e la valuta (ad esempio, è illegale entrare negli Stati Uniti più di $ 10.000 in contanti senza averlo dichiararto). Sul retro del modulo è necessario elencare gli oggetti menzionati sulla parte anteriore dello stesso 6059B.

Così, dopo aver ricevuto il benvenuto dall’ufficiale di immigrazione, si procederà a ritirare i bagagli e ci si dirigerá ad un ulteriore area di controllo, quella doganale. Qui, darete il modulo di dichiarazione doganale 6059B all’agente e nella maggior parte dei casi lo stesso ufficiale vi approva all’istante e vi indicherá l’uscita.

USA restrictionsSaltuariamente, alcuni viaggiatori sono sottoposti a un’ulteriore ispezione bagagli o inviati a pagare i dazi doganali, qualora la merce dichiarata lo richiedesse.

Un ispezione ulteriore potrá essere effettuata manualmente (sará necessario che apriate il vostro bagaglio) o attraverso una macchina ai raggi X (simile a quella sotto cui passa il vostro bagaglio a mano ai controlli di sicurezza prima di imbarcare il vostro volo).

Ricordare, l’ONU ha sanzionato alcuni paesi, e le merci prodotte in tali paesi non sono ammesse all’interno degli Stati Uniti. L’elenco attuale comprende la Siria, l’Iran, Cuba e Corea del Nord.

Inoltre, al viaggiatore non è permesso entrare con carne, verdure o frutta fresca (prodotti crudi, non trasformati). ? permesso tuttavia entrare alimenti confezionati come biscotti, pane e prodotti da forno in genere.

Come regola generale, è necessario che i vostri prodotti alimentari siano impacchettati con buste sottovuoto.

Se state organizzando una visita a territori degli Stati Uniti (come le Isole Vergini Americane, Guam, ecc ..), ricordate che sulla via del ritorno dovrete nuovamente passare i controlli doganali.

La procedura di arrivo quindi prevede che passiate attraverso i controlli di immigrazione al vostro porto di entrata (questa procedura è nota come progressive clearance), ma il più delle volte recupererete i bagagli alla vostra destinazione finale (porto di arrivo) e farete dogana là.

In altre parole, se la vostra città di arrivo è Philadelphia e la vostra destinazione finale è New Orleans, passerete sicuramente i controlli passaporto (d’immigrazione) a Philadelphia, ma recupererete i vostri bagagli a New Orleans, facendo dogana lì. Qualora foste in dubbio dove recupererete i vostri bagagli, si prega confermare ció con la vostra